2 Nov

Il Belgio vieta Opzioni Binarie, Forex e CFD

Con un decreto che avrà effetto a partire dal 18 agosto 2016, l’organo di supervisione finanziaria belga (FSMA) ha proibito la commercializzazione e di opzioni binarie, contratti forex e CFD, nonché di tutti i derivati OTC, cioè negoziati fra controparti private e non su piazze regolamentate (qui l’annuncio ufficiale).

Con questo divieto il Belgio oltrepassa la Francia, non limitandosi a probire la pubblicità di questi prodotti, ma anche la loro vendita alla clientela retail (cioè ai consumatori) in Belgio.

Il divieto colpisce anche tutti i broker aventi sede in altri paesi europei che, grazie alla direttiva MiFID, possono offrire le loro prestazioni in tutta Europa senza bisogno di alcuna autorizzazione. Colpisce quindi anche i broker regolamentati in Inghilterra (FCA) o a Cipro (CySEC).

Si tratta di una decisione senza precedenti in Europa, a cui il Belgio è approdato in seguito a tutta una serie di reclami da parte di clienti, aventi per oggetto sia i metodi aggressivi di marketing dei broker, sia le difficoltà nel prelievo dei fondi.

Con questa iniziativa il Belgio si pone all’avanguardia nel campo della protezione dei consumatori in materia di strumenti finanziari OTC, in un settore in cui altri organi di controllo europei stanno facendo troppo poco, a fronte di un volume di truffe che sta raggiungendo livelli da capogiri, maggiori di quelli relativi alle truffe sull’IVA.

Belgium